SANIFICAZIONE COVID UFFICI E SANIFICAZIONE COVID NEGOZI

Arma srl impresa di servizi esegue sanificazioni COVID per uffici e negozi a Milano e provincia ed è in grado di rilasciare le relative certificazioni di avvenuta sanificazione ambientale al termine delle lavorazioni. ARMA srl impresa servizi è infatti abilitata dalla camera di commercio.

La sanificazione ambientale degli uffici e dei negozi è regolamentata dal rapporto ISS COVID-19 n. 25/2020. Il rapporto presenta una panoramica relativa all’ambito della sanificazione di superfici e ambienti interni non sanitari per la prevenzione della diffusione dell’infezione COVID-19.

Il primo step con cui ARMA srl impresa servizi affronta il processo di sanificazione COVID a Milano e provincia è procedere con una pulizia di tutte le superfici. Grazie ad appositi strumenti e prodotti, si rimuove lo sporco visibile, ovvero residui di cibo, liquidi, polvere, grasso, materiale organico e tanto altro. Questo passaggio prepara le superfici e gli ambienti allo step di sanificazione vero e proprio.

La sanificazione COVID vera e propria prevede l’utilizzo di presidi medici chirurgici nebulizzati con macchinari specifici. Nello specifico ARMA srl impresa servizi sfrutta un nebulizzatore che lavora con aria compressa, creando delle goccioline di acqua estremamente fini che raggiungono tutte le superfici. In alternativa, in base alle superfici ed ai locali da trattare, siamo in grado di espletare sanificazioni ad ozono.

Ricordiamo che in caso di una persona affetta da COVID-19, all’interno dei locali aziendali, è obbligatorio procede alla pulizia, disinfezione e sanificazione dell’area secondo le disposizioni della circolare n. 5443 del 22 febbraio 2020 del Ministero della Salute, prima di poter rendere i locali nuovamente utilizzabili. In questi casi, siamo in grado di organizzare interventi di sanificazione COVID in emergenza a Milano e provincia, anche in orario notturno, in modo da garantire al cliente finale la celere riapertura del negozio o dell’ufficio.

SISTEMI DI SANIFICAZIONE COVID

Sanificazione COVID Perossido di Idrogeno

Il perossido d’idrogeno è un principio attivo biocida approvato ai sensi del BPR per i disinfettanti PT1, PT2, PT2, PT4 e PT5. Specificamente, per quanto riguarda i virus, il perossido d’idrogeno è risultato efficace contro poliovirus e adenovirus. In questo caso, viene considerata la sola applicazione mediante vaporizzazione/aerosolizzazione del principio attivo.

 Per la disinfezione delle superfici/ambienti il perossido d’idrogeno può essere applicato mediante aerosol o vapore. La diffusione mediante aerosol, con apparecchiature in grado di produrre particelle nell’ordine di 0,3-0,5 µm, ne consente una diffusione uniforme nell’ambiente. L’applicazione di perossido d’idrogeno vaporizzato si è dimostrata efficace oltre che su un gran numero di microorganismi anche per il trattamento di ambienti ospedalieri che avevano ospitato pazienti affetti da virus Lassa ed Ebola (56,57). Il perossido d’idrogeno si decompone rapidamente in acqua e ossigeno nei diversi distretti ambientali, quali acque di superficie, terreno e aria. 

Sanificazione COVID con ozono

L’ozono generato in situ a partire da ossigeno è un principio attivo ad azione “biocida”

In condizioni reali il tempo di decadimento naturale necessario per rendere accessibili i locali è di almeno 2 ore. L’uso di l’ozono deve avvenire in ambienti non occupati e debitamente confinati. Per ridurre il rischio,
possono essere predisposti dispositivi visivi in ogni punto di accesso degli ambienti in fase di trattamento e allo stesso modo possono essere predisposti segnalatori di libero accesso. Pertanto, prima di ricorrere all’utilizzo di tale sostanza per il trattamento di locali è necessario valutare il rischio di esposizione sia degli addetti alle operazioni di sanificazione sia del personale che fruisce dei locali sanificati. Gli operatori devono essere addestrati ed esperti e provvisti di idonei dispositivi di protezione individuale (DPI). Alla luce di quanto sopra non è pertanto indicato per uso domestico. 

ea8f4358-3171-4b3e-8188-dad91ffb1c48

SANIFICAZIONE AMBIENTALE STRAORDINARIA E PERIODICA

In tema di sanificazione degli ambienti di lavoro, fatto salvo quanto previsto per il settore sanitario e quanto previsto per i settori lavorativi per cui sono stati adottati specifici protocolli anti-contagio, il “Protocollo  8 condiviso di regolamentazione delle misure per il contrasto e il contenimento della diffusione del virus Covid19 negli ambienti di lavoro” allegato 6, p.4) del DPCM 26 aprile 2020, prevede, oltre alle pulizie giornaliere:

Sanificazioni ambientali periodiche

Sanificazioni periodiche, dei locali, degli ambienti, delle postazioni di lavoro (incluse tastiere, schermi touch e mouse), spogliatoi e delle aree comuni e di svago.

Sanificazioni ambientali straordinarie

Sanificazioni straordinarie, da effettuarsi specificamente con le modalità stabilite dalla Circolare del Ministero della Salute n. 5443 del 22.02.2020, degli ambienti di lavoro, delle postazioni di lavoro e delle aree comuni nelle aziende in cui sono stati registrati casi di COVID-19. ARMA impresa servizi srl è in grado di organizzare interventi di sanificazione in emergenza a Milano e provincia, anche in orario notturno, in modo da garantire al cliente finale la celere riapertura del negozio o dell’ufficio

Agevolazioni per chi effettua la Sanificazione ufficio Milano

DECRETO CURA ITALIA – CREDITO D’IMPOSTA SANIFICAZIONE AMBIENTALE detto anche BONUS SANIFICAZIONE:

 L’art. 64 del decreto legge n. 18/2020 ha previsto, per il periodo d’imposta 2020, un’agevolazione fiscale per incentivare la sanificazione degli ambienti e degli strumenti di lavoro. Allo scopo di incentivare la sanificazione degli ambienti di lavoro, quale misura di contenimento del contagio del virus COVID-19 (coronavirus), ai soggetti esercenti attività d’impresa, arte o professione è riconosciuto, per il periodo d’imposta 2020, un credito d’imposta nella misura del 50% delle spese di sanificazione degli ambienti e degli strumenti di lavoro fino ad un massimo di 20.000 euro e nel limite complessivo massimo di 50 milioni di euro per l’anno 2020.